Si parte lunedì 7 e mercoledì 9 alle 21.15 su Rai 2!

PechinoExpress_4_Inizio

Meno di una settimana ci separa dalla quarta edizione di Pechino ExpressL’adventure game di Rai 2 parte con il botto: un doppio appuntamento lunedì 7 e mercoledì 9 settembre alle 21:15 per entrare subito nel vivo della sfida. Al timone del programma torna Costantino della Gherardesca che, con la sua ironia e con un abbondante tocco di sarcasmo, condurrà le coppie di viaggiatori in una lunga avventura dall’Ecuador fino al Brasile passando per il Perù.

Questo cambio di continente ci farà scoprire paesaggi e realtà spettacolari e, vi assicuriamo, renderà questa edizione di Pechino Express la più bella a livello estetico, ma anche la più difficile. Se fino all’anno scorso era il caldo a tagliare le gambe dei viaggiatori, questa volta le otto coppie in gara sperimenteranno anche il freddo, l’umido, la neve, la grandine e altre intemperie. Come se tutto ciò non bastasse, dovranno correre e affrontare prove ad alta quota, dove l’ossigeno scarseggia, e questo renderà il tutto ancora più duro ed estenuante.

L’altro grande cambiamento sarà quello della lingua. Se prima i viaggiatori comunicavano unicamente in inglese, quest’anno l’utilizzo dello spagnolo e del portoghese creerà delle dinamiche diverse e aiuterà i viaggiatori a entrare maggiormente in contatto con la popolazione locale, i loro usi e il loro modo di vivere. Da questo punto di vista scopriremo come le tradizioni legate alla religione cristiana del Sud America siano molto diversa dalle nostre, perché ancora molto legate alle pratiche spirituali animiste e pre colombiane.

Sappiamo che non vedete l’ora di partire con noi e vivere il viaggio più incredibile della televisione, l’unico in cui i concorrenti non vogliono lasciare il gioco ma, anzi, fanno di tutto per vincere in modo da poterlo vivere fino alla fine! Non perdete dunque l’appuntamento con le prime due puntate di Pechino Express – Il Nuovo Mondo: lunedì 7 e mercoledì 9 settembre alle ore 21.15 su Rai 2!

TAG:

Commenti

Comments

Powered by Facebook Comments

Lascia il tuo commento